AWS Appstream 2.0, un nuovo approccio per le soluzione cloud ” Software as a service”

Quante volte sentiamo “io i dati li tengo nel server”, ” ho appena comprato una nuova workstation grafica”. Sembra che tenere tutto in azienda a portata di mano sia qualcosa di semplice ed efficiente. Poi invece ci scordiamo che i sistemi fanno manutenuti, sviluppati nel tempo e soprattutto protetti da hackers e cyber attacchi. Questo rappresenta un costo non piccolo e soprattutto competenze che non sempre si possono trovare in una PMI italiana.

Appstream 2.0 è il la ultima tecnologia di Amazon Web Services che ci permette di direzionare applicazioni Windows direttamente da una macchina virtuale in cloud ad un browser web compatibile con HTML5. 

Per un utente finale questa tecnologia propone soluzioni estremamente vantaggiose a diversi problemi, ad esempio: 

  1. La necessità di eseguire applicazioni dove sia richiesta una grande potenza di calcolo oppure la gestione di applicazioni grafiche avanzate, senza dover investire nell’aquisto e nella manutenzione di workstations dedicate. Si paga solo quando si utilizza la potenza di calcolo che serve e ci si dimentica degli upgrades costosi di HW e SW,  il tutto in un ambiente dove la cybersecurity è gestita al massimo livello.
  2. La azienda ha investito in computer Mac, ma una soluzione SW è sviluppata solo in ambiente Windows. Si possono mantenere i computer Mac, distribuendo la applicazione via Appstream 2.0.
  3. Centralizzare la distribuzione delle proprie applicazioni, traendo il massimo vantaggio dalla scalabilità e dalla potenza del cloud.
  4. Utilizzare dispositivi mobili ( Android e iOs) per accedere alle applicazioni che necessitano di elevata capacità di elaborazione e sistemi operativi non-mobile.

Noi di Atlas Advanced Technologies siamo pronti ad offrire soluzioni basate su AppStream 2.0 di AWS, per le aziende che vogliano iniziare un percorso nelle tecnologie cloud-based. 

Anche una PMI può accedere a queste tecnologie ad un prezzo contenuto ed  accessibile. Contattaci al mail atlas-at@atlas-at.com per comprendere come la tua azienda cresce con le tecnologie del 2020.

The way to innovate

Oggi vorrei parlare di innovazione. Sembra un tema scontato: immediatamente uno pensa alla tecnologia, alla crescita delle competenze digitali. Questi sono di fatto degli strumenti, a volte utili, altre volte investimenti improduttivi se non adeguati al contesto in cui vengono introdotti. Innanzi tutto innovare è possibile solo nelle imprese sane: la tecnologia non è una cura, ma permette di osare verso la creazione di nuove “value chains” solo perché crescono in un substrato fertile. Ricerca e Sviluppo è spesso “chaos at work” , fucina scintillante di idee e novità. Il ruolo dell’Innovation Manager come intendo interpretarlo è invece un approccio sistematico affinché una azienda aumenti la probabilità di intercettare al suo interno o sviluppare idee, tecnologie e progetti da trasformare successivamente in valore. Come indicava Eric Schmidt ( CEO di Google) ” l’unico modo per raggiungere una crescita in scala è l’approccio sistematico “. Quindi anche per l’innovazione: si innova davvero quando si gestisce il caos. 

Valerio Grassi 

CEO Atlas advanced Technologies

Valerio Grassi è tra gli Innovation manager certificati dal MISE

L’amministratore delegato di Atlas Advanced Technologies Valerio Grassi è tra gli Innovation Manager che il Ministero dello Sviluppo Economico ha introdotto nell’albo dei professionisti con competenze in. grado di guidare una azienda verso il percorso della quarta rivoluzione industriale.

L’Innovation Manager è un professionista in grado di assicurare la gestione delle attività di un’impresa inerenti processi di innovazione del business, in termini di processi organizzativi, prodotti/servizi e pensiero manageriale, stimolando la ricerca di soluzioni legate alla digital transformation e favorendo culturalmente l’introduzione e il consolidamento di idee innovative in azienda per lo sviluppo di un vantaggio competitivo sul mercato con la conseguente crescita del business. 

Atlas Advanced Technologies a IEEE RTSI 2019

Atlas Advanced Technologies sarà presente alla conferenza RTSI ( 5th International Forum on Research and Technologies for Society and Industry) che si terrà a Firenze dal 9 al 12 settembre 2019. La conferenza è organizzata dalla sezione italiana dell’Institute of Electrical and Electronics Engineers ( IEEE)

Il CEO di ATLAS-AT Valerio Grassi ( senior member IEEE)  presenterà il paper “The Unmanned Chemical Lab (UCL): Autonomous Control System for the Remote Management of Soluble and Emulsifiable Metalworking Fluids” nella sezione Industry 4.0: Automation, Robotics and smart factories. Lavoro sviluppato in collaborazione con Reys SpA , azienda leader nello sviluppo di fluidi per la lavorazione di metalli.

Si tratta di un prestigioso traguardo per Atlas Advanced Technologies, che ad un anno dalla fondazione si propone nel panorama europeo tra le aziende più innovative in ambito di sviluppo di sistemi IIoT con sistemi di sicurezza dei dati aventi le specifiche richieste dalla industria manifatturiera avanzata quali  aerospace e advanced automotive.

vedi http://rtsi2019.ieeesezioneitalia.it  


La sicurezza informatica in ambito della PMI

Ieri l’Amministratore delegato di Atlas Advanced technologies Valerio Grassi  ha participato al Cybersecurity Summit a Milano, organizzato da The Innovation Group.

Il tema è centrale in ambito di Industria 4.0, perché spesso le interfacce delle macchine utensili che vengono interconnesse in rete si basano su sistemi operativi oramai obsoleti e non più manutenuti, tipicamente su base Windows Xp oppure addirittura Win95.

Le PMI inoltre non hanno una divisione interna di IT che possa gestire e proteggere la rete aziendale, la cultura di base è quella della meccanica e non quella della informatica.

Spinte anche dagli incentivi fiscali , le imprese comunque avviano progetti verso la digitalizzazione e la interconnessione dei macchinari, senza però avere risorse per governare il processo.

Il processo è di per se “disruptive”, ma senza un approccio adeguato rischia di mettere a repentaglio la operatività della azienda. Immaginate un attacco su sistemi Windows obsoleti che fermi la capacità produttiva?

Atlas Advanced Technologies si propone di affiancare le PMI in questo percorso, affinché Industria 4.0 si una opportunità e non una minaccia.

Contattaci oggi stesso per conoscere le nostre proposte per proteggere la tua azienda e il tuo valore più grande : le tue idee.

Se i dati sono il petrolio della nuova economia, chi li estrae?

Viene detto spesso: i dati sono il petrolio della nuova economia. Lo dico spesso anche io.

A tutti piace gestire i dati. Belli, perfetti e perfettamente in ordine in un database.

Però i dati non vengono creati dal nulla, ve ne sono analogici e digitali, provenienti da sensori e da macchine.

Da sempre mi sono scelto il lavoro più difficile: quello di estrarli e di trasmetterli in maniera sicura ed efficace.

Perché il mondo non è una stringa di bit: sono sensori analogici che devono rilevare variabile complesse e devono fornire una lettura affidabile nel tempo, ci sono macchine che comunicano con protocolli differenti.

A molti piace parlare di machine learning, di intelligenza artificiale. Ma poi dimenticano che i dati devono avere una prerogativa essenziale per valere qualcosa: essere affidabili.

Allora entrano in gioco persone come me, che non hanno paura a lavorare vicino al pozzo di petrolio, sia questo un impianto industriale, l’ala di un aereo oppure un rivelatore per la scoperta di nuove particelle da un miliardo di USD.

Per questo ho creato Atlas Advanced Technologies, proprio per mettere al servizio delle PMI la esperienza che ho maturato negli anni in cui ho operato al CERN e in collaborazione con gruppi della NASA.

Molti parlano di Industria4.0, noi la facciamo davvero.

Valerio Grassi , CEO Atlas Advanced Technologies